© All rights reserved.

“La mia storia sono le mie idee.”

 

Pasquale Diaferia è autore di famose pubblicità (Breil, Barilla, Clear, Moschino, Olivetti, Peroni, Panorama, Vespa, Bic, Agip tra le tante) e apprezzato scrittore e giornalista. Oltre che un Innovatore della Comunicazione.

 

Ha portato l’antimonopolista della telefonia (Omnitel, oggi Vodafone) al primo milione di clienti, Wind al decimilionesimo abbonato, Ibazar (oggi eBay) alla leadership europea nelle aste online con Platinette, la prima Drag Queen della pubblicità, Fiat alla prima Cybercar (BarchettaWeb), il Credito Italiano (oggi Unicredit) alla prima OPA nazionale, Morellato alla creazione del primo Mp3 gioiello, Anlaids alla prima campagna privata contro l’AIDS con Cristopher Lambert, Orgoglio Sordo alla diffusione della LIS con la prima campagna sui sordomuti. E’ un pioniere del digitale: nel 1997 fonda GreyInteractive, prima web agency di network.

 

Nel 2000 è il primo italiano della storia nella Giuria Cyber al Festival Mondiale della Pubblicità di Cannes. Nel 2012 inventa il primo Tweet Solidale al mondo per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, l’anno successivo il primo TweetSeat in Italia per Pallacanestro Varese. Nel Gennaio 2015 ha lanciato la prima versione WhatsApp di un quotidiano italiano. Nel 2016 ha promosso l’azione social #leideesipagano, a tutela della cultura del progetto. Nel 2017 il format Clown vs. Scientists, evento su AI e Robot Conversazionali.

 

 

SELECTED SPEECHES

 

Riconoscimenti

Da creativo: 2 Leoni di Bronzo e 5 short list al Festival di Cannes; da produttore, l’Atlanta Film Festival ed il Big Apple di NewYork; da direttore di testata, l’Euromediterraneo; da studioso, una relazione all’HSM World Business Forum, una al CWSummit, un TED sull’ADV Civile.

Per i suoi 30 anni di carriera, la mostra antologica “Anche uno shampoo merita un’idea” (Futuro Anteriore) (link alla pagina).

 

Incarichi

Direttore creativo di Y&R e Grey, copy in Saatchi, JWT, Publicis, Ogilvy, Bates, oggi è Creative Chair- man della sua SpecialTeam, società di consulenza creativa con sedi in Italia, Svizzera e USA, e direttore creativo di  Ockham, fast sharp ideas. E’ socio dell’ADC di New York e di quello italiano, di cui è stato Consigliere, Proboviro e Presidente di Giuria.

E’ stato Membro del CdA di Fondazione Pubblicità Progresso e ha insegnato 10 anni all’Università Statale dell’Insubria (Varese-Como).

 

Pubblicazioni

The HeadLiners – L’immagine delle Parole (2011), sui copywriter italiani, Come diventare ricchi con pubblicità – i due autori non ci sono ancora riusciti (2006), dedicato ad Enzo Baldoni e BizDiz (1990) il primo dizionario ironico della pubblicità. E’ ideatore di Shoot the Account (1996), videogame con le scenografie  di Lele Luzzati e Le Citta Invisibili di Milano (2010), ll collettivo dei maggiori registi pubblicitari italiani, tra cui Luca Lucini, Federico Brugia, Giovanni Bedeschi ed Ago Panini.